colore in tavola

Sono tante le cose che danno valore aggiunto a un pranzo (o a una cena) in casa rispetto a un pasto consumato al ristorante. Per esempio il modo in cui viene allestita la tavola. Infatti basta poco per “vestirla” come si conviene tenendo conto delle stagioni, delle festività o di speciali ricorrenze come compleanni, lauree, promozioni. Ben venga il colore, naturalmente, meglio se assortito e in armonia con piatti e bicchieri. Sempre ad effetto le tavole a tema, ispirate a un fiore, un frutto, un colore, o particolari atmosfere o stili. Da interpretare a piacere lo stile country o lo stile safari-animalier, il pop o il barocco, il drammatico rouge-et-noir o il rigoroso bianco-e-nero. Sfruttando e reinventando con inediti accostamenti la “vecchia” tovaglia ricamata di famiglia o introducendo decori insoliti come pizzi, paillettes, bacche, fiori secchi o gocce di vetro colorato per vivacizzare l’anonima tovaglia in tinta unita. Naturalmente sì alle candele che “fanno sempre atmosfera” ma attenzione, devono essere rigorosamente senza odore per non coprire con il loro aroma quello dei cibi.

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Life. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*