consiglio per “nasi in erba”

Clair Matin, l'ultima fragranza de Les Parfums de Rosine creata da Marie-Hélène Rogeon, prende il nome da questa rosa selvatica dal profumo fresco e piccante.

Alcuni negozi o beauty parlour offrono la possibilità di crearsi un profumo su misura miscelando due o più essenze. Si richiede a quel punto un minimo di esperienza per pervenire al risultato desiderato senza sbagliare. Per facilitare il compito ai “nasi in erba” diremo che in pratica  in profumeria non esistono materie prime incompatibili tra loro. Sta all’abilità del compositore mettere assieme gli ingredienti che a priori non vanno d’accordo calibrandoli nella giusta misura. Infatti è solo una questione di proporzioni e di sfumature. Perfino materie prime troppo dominanti o stridenti, terrose o metalliche, animali o fecali, che sembrerebbero a prima vista inutilizzabili, possono trovare una loro collocazione contribuendo a conferire maggiore personalità a un profumo. Se esiste una regola, è quella di non esagerare con gli accostamenti tra note simili, ad esempio abbinando la vaniglia con altre note dolci come la fava di tonka o il balsamo del Perù, per non sortire effetti stucchevoli.

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”.
Tessera dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.

Questa voce è stata pubblicata in Easy Beauty e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*