mitica carbonara

La leggenda vuole che la ricetta sia stata inventata lì per lì a Roma, durante l’occupazione alleata alla fine della seconda guerra mondiale. Dopo anni di guerra da mangiare c’era rimasto ben poco a parte qualche uovo, forse un po’ d’olio e un po’ di pasta. Di carne neanche a parlarne, ma gli americani avevano portato il bacon, che per chi non lo sapesse è semplice pancetta affumicata, e tanto bastava ad accendere la creatività dei cuochi romani che seppero coniugare questi pochi ingredienti per realizzare un piatto che come pochi unisce semplicità e gusto.
In genere si calcola un uovo a testa, ma se le uova sono grosse ne basta anche una ogni due persone. Le uova vanno sbattute con la forchetta insieme con qualche cucchiaiata di parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe. Si tengono da parte e intanto si cuoce la pasta, preferibilmente spaghetti di grano duro non troppo sottili, e in poco olio o burro si soffrigge la pancetta affumicata tagliata a dadini. Si scolano bene gli spaghetti e si aggiungono poco per volta alla crema di uova e formaggio rimestando velocemente per evitare che con il calore le uova cuociano perdendo la loro cremosità. Alla fine si versa su tutto la pancetta con il suo condimento, si gira bene e si serve senza aggiungere altro a parte un pizzico di pepe in più per chi lo desiderasse.

(Dal Diario di ricette “Quattro stagioni” di Rosanna Prezioso)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Cooking. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*