pizza e gnocco fritto

La pasta è praticamente la stessa, per cui si possono fare entrambe le cose, pizza e gnocco fritto, con un’unica infornata.

L’impasto. A 500 g di farina unire 50 g scarsi di lievito di birra sciolto con un cucchiaino di zucchero e un cucchiaio di sale in un bicchiere d’acqua tiepida (attenzione: non calda altrimenti il lievito “cuoce” e non serve più!). Unire un altro bicchiere di acqua tiepida e amalgamare il tutto prima con una forchetta e poi con le mani fino a ottenere una pasta liscia e omogenea.

La pizza. Lasciare riposare la pasta per un paio d’ore, quindi staccarne un pezzo per il gnocco fritto e stendere il resto in una teglia abbondantemente oliata con olio d’oliva. Allargare la pasta con le dita in modo da farle ricoprire tutta la superficie della teglia. Con i polpastrelli imprimere qua e là delle fossette per far sì che venga trattenuto meglio il condimento, quindi procedere alla farcitura. Che può consistere in una cipolla bianca affettata grossolanamente, quattro o cinque spicchi d’aglio, alcune olive denocciolate, un cucchiaino di capperi, mezzo barattolo di polpa di pomodoro, un pizzico di pepe o di peperoncino, una manciata abbondante di origano, sale, almeno un paio di giro d’olio d’oliva. Cercare di distribuire tutti gli ingredienti uniformemente e infornare a 180°C per mezz’ora circa.

Il gnocco fritto. Lavorare un pochino il pezzo di pasta messo da parte e tirarlo a sfoglia con il mattarello. La sfoglia non dovrebbe superare i 2 mm di spessore e risultare il più possibile uniforme. Con un coltello ritagliarvi dei grandi rombi e metterli a friggere nello strutto fumante. Girarli con la pinza in modo che risultino dorati da entrambo i lati e dopo averli scolati e messi ad asciugare su un foglio di carta da cucina servirli ancora caldi con salumi vari.
Buona parte del successo del gnocco fritto dipende dalla qualità e dall’abbondanza dello strutto nel quale la pasta, friggendo, deve galleggiare e dato che forma grosse bolle, il livello del grasso deve essere adeguato onde evitare bruciature.

(Dal Diario di ricette “Quattro stagioni” di Rosanna Prezioso)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”.
Tessera dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.

Questa voce è stata pubblicata in Easy Cooking e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a pizza e gnocco fritto

  1. Pingback: i miei aromi | CITY COOL CITY MOOD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*