tricolore tutto l’anno

Un po’ in ritardo, certo, ma non per chi ama il tricolore al punto da gradirlo in tavola tutto l’anno! Naturalmente bisogna amare anche il ragù, la ricotta e le erbette per apprezzare questa torta salata laboriosa ma nella sostanza semplice da fare che mi sono divertita a improvvisare approfittando della giornata di festa.

Preparare un ragù come al solito, facendo soffriggere una piccola cipolla tritata, due terzi di carne trita e uno di ripieno di salsiccia. A fiamma viva, rigirando di tanto in tanto, aggiungendo spruzzi di vino bianco quando il sugo si fa troppo secco e tende a bruciare. Quando la carne ha preso un bel colore marrone aggiungere un barattolo o due (se si vuole il sugo più rosso) di polpa di pomodoro, un barattolo d’acqua, sale, noce moscata grattugiata, un pezzetto di dado e continuare la cottura per un’ora o più fino a ottenere una salsa piuttosto densa. Lasciarla raffreddare.
Preparare le erbette facendole lessare per tre minuti in poca acqua e sale in pentola a pressione dopo averle spezzettate grossolanamente. Scolarle e saltarle in padella con un giro d’olio d’oliva, due spicchi d’aglio affettati, sale se serve, pochi grani di semi di cumino. Man mano che l’acqua evapora schiacciare bene erbette e aglio con una forchetta fino a ridurle quasi a una crema.
Preparare la ricotta aggiungendo a circa 300 grammi della stessa un tuorlo d’uovo, una manciata abbondante di parmigiano grattugiato, un pizzico di cannella. Lasciare in attesa in frigorifero.
Preparare la pasta brisée mescolando rapidamente 500 grammi di farina, 3 tuorli e un uovo intero, 1 cucchiaino di sale, 1 bustina di lievito in polvere, 220 grammi di burro a temperatura ambiente, 1 bicchiere di latte. Tirare una prima sfoglia per rivestire uno stampo rotondo (la base e i lati), stendervi sopra uno strato di ripieno alle erbette e ricoprire con un disco sottile di pasta. Su questa stendere la ricotta e ricoprirla con un altro disco sottile di pasta. Concludere con uno strato di ragù e ricoprire con un ultimo disco di pasta. Ripiegarvi sopra la pasta eccedente della sfoglia di base e infornare a 180°C per 30 minuti. Lasciar raffreddare completamente la torta prima di affettarla. Bon appetit!

(Dal Diario di ricette “Quattro stagioni” di Rosanna Prezioso)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Cooking e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*