l’arte dello snack

Sì, lo spuntino smorzafame può essere di grande aiuto quando ci si mette a dieta…e chi non lo è ormai?
Sapere di poter placare il desiderio di cibo a metà mattina e a metà pomeriggio in attesa del pranzo e della cena è come imparare a nuotare avendo un salvagente a portata di mano. Aiuta e dà il coraggio di continuare.
Ma attenzione, smorzafame sì, ma a basso apporto calorico, qualcosa che “riempia” e dia piena soddisfazione al palato ma senza esagerare con le dosi, con il sale e con gli zuccheri. Bene una mela, qualche fragola al naturale, dei frutti di bosco, uno yogurt magro, carote-sedano-cetrioli da sgranocchiare o da trasformare in bevanda fresca con la centrifuga o il frullatore, ma niente dolci lievitati o alla crema, gelati o tartine spalmate di maionese, frutti zuccherini come fichi, uva, mango e banane o,  peggio, confezioni di patatine, anacardi, arachidi e frutta secca in genere. Proprio per evitare abusi sono nate le Soyjoy, barrette di 30 grammi a base di frutta e soia, poco più di 100 calorie per sentirsi sazi e soddisfatti per un paio d’ore, quanto basta per non buttarsi sul cibo del successivo pasto con la voracità di un orso che esce dal letargo. Da apprezzare le novità: dopo le barrette alla mela, quelle all’arancia, alle prugne e ai frutti di bosco. (r.p.)

 

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Dieting. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*