le passioni di Peggy

Dal 3 marzo al 10 giugno lo spazio espositivo l’Arca di Vercelli ospita la mostra curata da Luca Massimo Barbero “I giganti dell’Avanguardia: Mirò, Mondrian, Calder e le collezioni Guggenheim”.  Tra dipinti e sculture le opere sono una quarantina, tutte sceltissime, che ricostruiscono l’arco cronologico dei tre grandi artisti legati da un fil rouge all’indimenticabile Peggy.  I due pezzi più curiosi della mostra sono gli orecchini e la testiera in argento  di Calder.  Scrisse la Guggenheim nella sua autobiografia : «Non solo sono l’unica donna al mondo a dormire in un letto di Calder, ma anche l’unica donna ad indossare i suoi famosi orecchini mobiles».
Degli orecchini si persero le tracce per molto tempo, ora sono stati miracolosamente recuperati ed esposti. Con Mondrian, negli anni 30, oltre che parlare di pittura  Peggy andava a ballare perché questa era la grande passione dell’artista olandese. Venezia fu  il grandissimo amore di questa donna mecenate  dell’arte di avanguardia, un amore che lasciava solo un po’ di spazio, oltre che all’arte, ai suoi adorati cani tutti sepolti come lei nel giardino sul Canal Grande.
(Giovanna Dal Magro)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Life e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a le passioni di Peggy

  1. Pietro Provolo scrive:

    Complimenti per la tempestività e la ricchezza d’immagini che illustrano al meglio questa mostra che mi sembra molto importante. Apprezzo molto il breve commento scritto di Giovanna Dal Magro che incuriosisce ed invita ad andare a vedere le bellissime opere di Mirò, Mondrian e Calder, cosa che farò appena possibile. Benissimo anche il fatto che la cultura di qualità trovi spazio presso il suo interessante blog veramente “cool” a tutti gli effetti, non solo nel titolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*