happy birthday acqua di rose

Forse non tutti sanno che la celeberrima acqua di rose dall’inconfondibile flacone blu, che quest’anno compie 150 anni, è stata creata nel 1867 da un inglese, il signor Henry Roberts.
L’intuizione di Henry  divenne in breve un must per l’aristocrazia fin de siècle, i figli ne raccolsero l’eredità e nel 1921, dopo l’incontro con un altro farmacista altrettanto lungimirante, questa volta fiorentino doc, nacque la Manetti & Roberts, uno degli esempi pionieristici dello spirito imprenditoriale del nostro Paese, ancora oggi un fiore all’occhiello, in tutti i sensi.
Chi scopre Acqua alle Rose soltanto ora non può fare a meno di innamorarsene.
Alla ricetta originale, composta da un bouquet di tre rose selezionate in base alle loro proprietà eudermiche – Rosa Damascena, Rosa Centifolia e Rosa Canina – è stato aggiunto l’estratto di Rosa Gallica, e la formula è stata arricchita in concentrazione mantenendo tuttavia l’originale freschezza e naturalità.
Non va dimenticato che gli estratti di rose sono ricchissimi di flavonoidi, antiossidanti, vitamine, zinco, pectine, e acidi grassi polinsaturi, un mix di principi attivi lenitivi e protettivi che calma la cute reattiva, attenua gli arrossamenti e soprattutto fortifica la struttura cutanea, migliorandone le difese naturali.
Così, in virtù delle sue straordinarie qualità, Acqua alle Rose è stata recentemente declinata in una linea completa di skincare per il viso, dalla detergenza al trattamento profondo anti età. (r.p.)

 

Informazioni su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Beauty, Easy Life. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*