unghie da salvare

unghie da salvare

9 Giugno 2017 0 Di Rosanna Prezioso

Che fare se proprio quando, con la bella stagione, si vorrebbero mettere in mostra le unghie e queste, invece, ti tradiscono rivelandosi oltre che fragili, molli, tendenti a esfoliarsi e a spezzarsi, crescendo poco e male, con tagli verticali, gobbe, macchie o strani rigonfiamenti? Potrebbero essere state infettate da un fungo, che colpisce tanto le unghie delle mani che quelle dei piedi.
Le cure esistono, personalmente ne ho provate alcune, ma quella con cui mi sono trovata meglio è certamente Onilaq. Un vero e proprio trattamento che richiede pazienza e metodo, ma i risultati, poi, si vedono.
Il kit si compone di un boccettino di smalto medicato incolore, una confezione di 30 limette, 30 bustine con tamponi detergenti e 30 applicatori.
Prima di iniziare il trattamento, da ripetere lo stesso giorno una volta alla settimana, leggere attentamente le istruzioni, dove vengono suggerite anche le precauzioni da osservare per evitare che la micosi si estenda alle unghie ancora sane.
L’operazione, poi, è molto semplice. Si pulisce ogni unghia infetta col tampone, la si lima eliminando anche tutte le parti ammalorate di superficie, e infine si stende lo smalto medicato che, penetrando nel tessuto dell’unghia, agirà durante tutto il corso della settimana per restituire la buona salute all’unghia.
Il prodotto è studiato in modo da non subire alterazini anche se si mettono le mani nell’acqua e si usano detersivi. Tempo qualche settimana e le unghie malate rinascono a nuova vita. Basta avere un po’ di pazienza. E saper rinunciare allo smalto per tutto il periodo del trattamento. Del resto lo smalto curativo, che può essere impiegato anche a scopo preventivo, dona già alla superficie dell’unghia un velo di lucentezza. (r.p.)