frittata di rucola

frittata di rucola

6 Luglio 2019 0 Di Rosanna Prezioso

Quasi finger food, le frittate possono comparire in tavola anche come entrée, come secondo piatto e persino come contorno se, come in questo caso, fanno da “contenitore” a una buona dose di verdura.
Un bel po’ di cipolla alla base per addolcire quel tanto di amarognolo tipico della rucola, uova fresche, un goccio di latte,  un pizzico di farina e il piatto è pronto.
Valore in più: le frittate come questa offrono anche un’ottima opportunità per riciclare alcuni avanzi come patate lessate o al forno, finocchi, asparagi, funghi, zucchine, broccoli e oltre.

Ingredienti per 4 porzioni: 3 uova, mezza confezione di rucola in busta, già pulita e lavata, 1 grossa cipolla bianca, una tazzina di latte, due cucchiai di farina, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale, pepe, olio d’oliva.

Affettare a striscioline la cipolla e lasciarla appassire con un goccio d’olio d’oliva in una padella antiaderente. Unirvi un po’ alla volta la rucola che via via cuocendo perde molto del suo volume, e continuare la cottura girando il tutto con una spatola di legno. Insaporire con un pochino di sale e tenere in attesa a gas spento.
A parte sbattere le uova con un pizzico di sale, uno di pepe e il parmigiano; aggiungere la farina, sbattere energicamente con la forchetta o un fok pastellarustino per eliminare qualsiasi grumo, quindi unire il latte continuando a lavorare la pastella finché non risulta liscia e omogenea. Versare nella ciotola il soffritto di rucola e cipolla, ormai quasi freddo, a mischiare bene. Aggiungere nella padella ancora un filo d’olio, e quando è caldo versarvi la pastella avendo cura di distribuirla su tutta la superficie. Alzare la fiamma e mano a mano che la frittata si rapprende sul fondo sollevarne i bordi facendovi scorrere sotto la pastella ancora liquida rimasta in superficie. Quando la frittata è cotta da un lato, capovolgerla con un colpo secco verso l’alto oppure aiutarsi con un piatto liscio o un coperchio. Ottenuta la giusta doratura anche sull’altro lato, fare scivolare la frittata su di un ampio piatto da portata e servire.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)