sauté di cozze

La cosa fondamentale è che le cozze siano fresche, poi che siano grandi o piccolo-medie è di secondaria importanza. Il modo più gustoso, oltre che rapido e semplicissimo di prepararle è il seguente: pulirle e sciacquarle appena in acqua dolce, metterle in una pentola con un mazzetto di prezzemolo tritato grossolanamente e qualche spicchio d’aglio (anche “vestito” per chi ha problemi con questo vegetale), coprire e mettere a cuocere su fiamma viva. Dopo qualche minuto le cozze inizieranno ad aprirsi, è il momento di irrorarle con mezzo bicchiere di vino bianco e volendo, ma superfluo ai fini del gusto, condirle con un cucchiaio d’olio d’oliva. Scolare le cozze e servirle ben calde (quelle che sono rimaste chiuse non si mangiano). I golosi apprezzano anche la zuppa, vale a dire il liquido rilasciato dalle cozze inzuppato su fette di pane rustico e olio d’oliva, ma l’idea non è certo dietetica. Ai fini della dieta si può evitare anche l’aggiunta di vino bianco, quello che invece “non si deve” evitare è di irrorare ogni mollusco con una abbondante spremuta di succo di limone fresco prima di farselo scivolare in bocca.

(Da “La gola e la linea”, inedito di Rosanna Prezioso)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Cooking, Easy Dieting. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*