tempo di castagne

 Sempre più breve il tempo delle castagne. Vale la pena di approfittarne prima che spariscano del tutto. Se le si vuole trasformare in confettura o in delizia da gustare almeno fino a Natale, ecco come fare.
Innanzi tutto procurarsi dei marroni, molto più facili da sbucciare, quindi inciderli sui due lati, parte convessa e parte piatta, con l’apposito coltellino corto e appuntito. Mettere i marroni in una ciotola con sale e qualche foglia d’alloro, e cuocere per uno o due minuti nel microonde. Se si preferisce, anche sul gas, l’importante è che la parte interna della castagna rimanga semicruda, in modo da poterla sbucciare senza ridurla in briciole.
Una volta sbucciati velocemente, cercando di eliminare la pellicina interna insieme con la buccia esternea, mettere i marroni in una pentola e coprirli con acqua e moltissimo zucchero. Aggiungere, a piacere, anche un bicchierino di rum, e continuare la cottura a fuoco bassissimo per almeno un’ora. Lasciarli così come sono per una notte, in modo che si gonfino assorbendo l’acqua sciroppata, e ripetere l’operazione, aggiungendo altra acqua (poca) e molto zucchero, almeno un’altra volta. I marroni saranno pronti quando, dopo aver assunto l’aspetto traslucido tipico dei marrons glacé, avranno assorbito quasi tutto il liquido. A questo punto li si può chiudere in vasetti di vetro dal tappo ermetico, e sterilizzare come si fa con le marmellate, cioè mettendoli in una pentola con acqua fredda, e lasciandoli poi bollire per 30-40 minuti. Tenere presente che i vasetti vanno riempiti fino all’orlo, prima di chiuderli con un doppio strato di pellicola e il tappo ermetico. Se non ci fosse sciroppo sufficiente per coprire le castagne, se ne può preparare un po’ a parte, da aggiungere nei vasetti.  Una volta freddi, i vasetti si conservano nel frigorifero. Le castagne sciroppate serviranno per preparare golosi Mont Blanc, per addolcire gelati e budini, o per essere trasformati in Marronita.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

spaghettini di soia al tonno

Leggero e veloce, questo piatto si lascia ispirare dalla cucina cinese, ma il gusto è tutto italiano.
Ingredienti per 2 o 3 persone: 1 scatola media-grande di tonno sott’olio, una ventina di pomodorini ciliegia, 2 matassine di spaghettini di soia, mezza cipolla media, 4 spicchi d’aglio, un mazzetto di prezzemolo, una cucchiaiata di capperi mignon ben scolati, un pezzetto di dado vegetale, poco olio, salsa teriaki e salsa di soia.
Per prima cosa mettere i pomodorini sotto l’acqua bollente e sgusciarli velocemente. Mettere poco olio in una padella antiaderente con i bordi alti, e farvi appassire la cipolla e l’aglio tritati grossolanamente. Aggiungere i pomodorini interi o tagliati a metà, il tonno molto ben sgocciolato, i capperi, e cuocere per qualche minuto aggiungendo un po’ d’acqua se serve.
Nel frattempo lasciare le matassine di spaghettini a bagno per tre minuti nell’acqua bollente, quindi scolarle bene e aggiungerle al condimento nella padella. Via via che gli spaghettini cuociono, aggiungere poca acqua e il pezzetto di dado. Rigirare ancora per qualche minuto, assaggiare e servire con un goccio di salsa di soia e un altro goccio di salsa teriaki, più qualche fogliolina di prezzemolo.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

tacchino come a natale

Sì, tacchino come a Natale, perché no? Un  piatto semplicissimo da preparare e da cucinare, e altrettanto semplice da… divorare! Sì, perché leggero, saporito e tenero come il burro.
Ingredienti: circa 650 g di petto di tacchino, una confezione di bacon, qualche foglia di salvia, pochi grammi di burro, un goccio d’olio.
Avvolgere il petto di tacchino nelle fette di bacon in modo da ricoprirlo tutto, sotto e sopra.
Deporlo in una teglia dai bordi alti, dopo aver versato appena un filo d’olio d’oliva sul fondo. Distribuire sulla superficie le foglie di salvia e qualche pezzetto di burro. Infilare nel forno preriscaldato a 175 gradi, e cuocere per un’ora circa. Affettare l’arrosto mentre è ancora caldo e condire con il suo sugo di cottura. Se avanza, sarà buonissimo anche freddo, tagliato a fette sottili e condito con olio, sale e pepe.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

foto da oscar

Dal 20 novembre al 20 dicembre 2018, il Salotto di Milano, in via della Spiga 2, ospita una mostra fotografica del grande fotografo Giovanni Gastel.
Si tratta di una mostra monografica di scatti d’autore dell’attrice Melania Dalla Costa.
Il nome di Gastel figura da sempre tra le firme più esclusive dei più quotati magazine internazionali e le sue incantevoli immagini stimolano di volta in volta critici d’arte, esponenti della cultura e appassionati in genere, in quanto capaci di offrire spunti di alta scuola, innovativi, intriganti e sorprendenti.
Icona di uno stile inconfondibile, equilibrato ed elegante, Gastel ha ricevuto i più autorevoli attestati di stima in ogni angolo del mondo. Non ultimo l’Oscar della Fotografia agli Oscar della Moda.

Pubblicato in Easy Beauty, Easy Life | Lascia un commento

slim girls in ebook

Le Slim Girls
sono tornate!!!!!
E questa volta
in versione libro,
anzi eBook.

Di cosa parla?
Ecco la
presentazione
riportata
alla lettera dalla
quarta di
controcopertina:

“Magrezza uguale bellezza? Dà più gioia abbuffarsi di muffins al cioccolato o rientrare nella taglia 38? Con il suo random book punteggiato da slim girls deliziose come se ne possono incontrare a Milano, nelle vie del centro o sulla metropolitana, Rosanna Prezioso regala pillole di saggezza e di buonumore mettendo a confronto due mondi oggi all’apice del successo, quello della buona tavola e quello della grande moda, destinati a non incontrarsi mai. Almeno per ora. E lo fa con la leggerezza di una étoile della Scala, senza tuttavia risparmiarsi manciate d’ironia fredda, quasi british, che rende certe annotazioni davvero esilaranti. Scritto come uno scratch book, con tanti ‘memo’, elenchi e divagazioni sul tema, ‘Slim Girls’ è un affascinante quadretto di costume, godibile sia da chi ama essere nella moda, sia da chi preferisce restarne fuori”.

Per leggerlo in digitale o riceverlo stampato a casa:
eBooksItalia.com
http://www.ebooksitalia.com/ita/detail_ebook.lasso?codice_prodotto=20181031202015299247

“Slim Girls La moda non va a tavola” è in rete, o acquistabile stampato on demand, anche su iTunes, Google Play, Kobo (https://www.kobo.com/it/it/ebook/slim-girls), Amazon (https://www.amazon.it/dp/B07K2LWTP2/), Feltrinelli e Mondadori.

Pubblicato in Easy Dieting, Easy Life, Easy Style | Lascia un commento

paradiso subacqueo

Una una è un’isoletta vulcanica nell’arcipelago di Sulawesi, in Indonesia. Mattia Calligaris, ingegnere, istruttore di diving per passione e fotografo per hobby, e Erica, mia nipote, mi hanno mandato queste foto, fatte durante le loro recenti immersioni  nelle acque di Una una, una sorta di paradiso subacqueo che lascia incantati già solo in fotografia, figuriamoci dal vivo.
In questa barriera corallina ancora intatta”, racconta Mattia, si affollano vasti banchi di pesci cloratissimi o che si confondono con l’azzurro del mare, coralli di ogni tipo, spugne dalle forme incredibili e ogni sorta di creature che farebbero la felicità di ogni sub armato di macchina fotografica.
Tra le foto, c’è anche lo scatto di un martin pescatore che, appollaiato sul “suo ramo”, resta di vedetta, pronto a tuffarsi quando avvista nell’acqua sottostante la preda giusta. Il suo lungo becco raramente manca il bersaglio.
Qui i ritmi procedono lenti”, racconta ancora Mattia, e in armonia con la natura circostante. La gente del posto, che vive di pesca, olio di cocco, chiodi di garofano e cacao, è particolarmente mite e sorridente”.
Dunque, non solo paradiso acquatico, ma anche terrestre, sembrerebbe.
E’ facile capire perché Mattia e mia nipote, dopo essersi sposati a Trieste, hanno deciso di mettere su casa proprio qui, su un’isoletta poco distante da Bali. (r.p.)

Pubblicato in Easy Travel | Lascia un commento

cannelloni in giallo-verde

Tranquilli, nessuna allusione alle correnti politiche, ma soltanto una questione di gusti. Per chi, in tavola, oltre ai sapori apprezza anche i colori, la tavolozza è servita.
Ingredienti per 4 persone: 12 cannelloni di pasta all’uovo, 150 g di ricotta, 200 g di zucca pulita, 150 di erbette lessate e ben strizzate, 1 uovo, 2 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato, mezza trevigiana piccola, noce moscata, sale, pepe, burro, pangrattato q.b.; per la besciamella: 3 cucchiai colmi di farina bianca, 30 g di burro, poco meno di 1 litro di latte intero, 1 cucchiaio raso di parmigiano grattugiato, sale, noce moscata.
Tagliare a pezzi piccoli la zucca, pesarla e metterla ad ammorbidire per 5 minuti nel microonde. Quindi schiacciarla con una forchetta riducendola in purea. Su un tagliere, affettare la trevigiana e mischiarla alla zucca.
A parte, lavorare la ricotta mischiandola con l’uovo, il parmigiano, un pizzico di sale, poco pepe se piace, e una grattugiata di noce moscata. Dividere la crema di ricotta così ottenuta in due parti uguali, e aggiungerne una parte alla zucca e l’altra alle erbette lessate e ben strizzate. Se dovesse servire, aggiungere in entrambe le creme un po’ di pangrattato. Farcire i cannelloni, 6 con la crema gialla e 6 con quella verde. All’occorrenza, usare per l’operazione un cucchiaino da gelato usa-e-getta.
Una volta farciti, disporre i cannelloni in una teglia ben imburrata sul fondo e sui lati, e preparare la besciamella. In un tegame antiaderente fare sciogliere delicatamente il burro, unirvi la farina, girare un pochino con un cucchiaio di legno e aggiungere poco per volta il latte, sempre girando. Condire con il parmigiano e un po’ di sale, profumare con un pizzico di noce moscata. Quando la besciamella inizia ad addensarsi, girare più energicamente per evitare che si formino grumi. Nel caso, li si elimina velocemente con un giro di minipimer a immersione.
Le dosi suggerite sono per ottenere una besciamella piuttosto liquida, pensata per cannelloni che vanno subito in forno. Se invece li si fa lessare prima, e poi li si farcisce, va ridotto il latte per ottenere una besciamella un po’ più densa. Appena è pronta, la si versa sui cannelloni, spargendovi sopra ancora un po’ di parmigiano, e si cuoce, nel forno preriscaldato a 180 gradi, per 30-40 minuti, quanto basta per ottenere una superficie di un bel color caramello.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

 

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

musica in porto

Rinasce quest’anno Musica in Porto, la fortunata rassegna concertistica, interrotta nel 2008, dopo avere riscosso entusiastici consensi per 5 edizioni. Il principio ispiratore è quello di unire cultura a impresa, e di farlo nel tessuto pulsante dell’economia savonese, il porto.
Vado Ligure ospita sul suo territorio aziende di vasto respiro e oggi si ritrova al centro di una riqualificazione industriale, infrastrutturale e urbanistica di grande rilievo internazionale, volta a modificare nel futuro prossimo l’economia locale. Il fulcro del progetto, oggi come allora, è rappresentato dai Magazzini del caffè Pacorini, siti presso l’interporto di Vado Ligure VIO.
Gli spazi operativi per lo stoccaggio del caffè verranno rivoluzionati per creare la suggestiva cornice scenica, che ospiterà il concerto. Già all’ingresso, fuori dai capannoni, gli ospiti saranno accolti in un corridoio “industriale” costruito con container e reso suggestivo da apposita illuminazione.
Protagonista degli emozionanti concerti di sabato 10 novembre (i due spettacoli saranno alle ore 18.00 e alle ore 21.15) l’Across Duo in Pop, Claudio Gilio alla viola ed Enrico Pesce al pianoforte. I due musicisti, che proprio nella loro diversità e sfidando le convenzioni, arrivano a produrre musica nuova, piena e coinvolgente, stupiranno ancora una volta per bravura, inventiva e vitalità.
L’altra sede è stata individuata nella costruzione che ospita la S.M.S. Baia dei Piratibella struttura e simbolico affaccio ai cantieri, dove si costruisce la nuova piattaforma marittima. Uno sguardo sul porto che cambia, il titolo evocativo scelto per il concerto di venerdì 23 novembre, ore 21.00. Protagonista dell’evento il Mal d’Estro Trio con il programma “Sur le fil”, che riprende un loro fortunato CD dallo stesso titolo.
Al termine dei concerti momenti di piacevole relax saranno, il 10 novembre, il Coffee Corner a cura di Minuto Caffè e, il 23 novembre, il rinfresco a cura della S.M.S Baia dei Pirati.

Info: 019 824663  stampa@orchestrasavona.it
www.orchestrasavona.it
Orchestra Sinfonica e Accademia di Savona
Piazza Diaz 2, 17100 Savona

Pubblicato in Easy Life, Easy Travel | Lascia un commento

amatriciana fusion

Ha tutto il sapore e il profumo dell’amatriciana verace questo piatto di vermicelli che si prepara in soli 5 minuti. Provare per credere. E…bon appétit!
Ingredienti per 2 persone: 2 matassine di vermicelli di riso (125 g), una confezione di dadini di pancetta affumicata (80 g), mezza cipolla piccola, 3 spicchi d’aglio, 20 pomodorini bio, meglio se datterini, mezzo giro d’olio d’oliva, sale, un pizzico di pimento, qualche foglia di basilico fresco.
In una capiente padella antiaderente mettere a soffriggere in poco olio la pancetta insieme con la cipolla e l’aglio affettati. Prima che prendano colore aggiungere i pomodorini lavati e tagliati a metà nel senso della lunghezza. Contemporaneamente mettere a bagno in acqua tiepida le matassine di vermicelli. Dopo 4 minuti esatti scolarle e aggiungerle al soffritto. Bagnare con un bicchiere d’acqua, salare (non troppo, c’è già la pancetta) e aggiungere un pizzico di pimento. Rigirare ancora per un minuto per insaporire bene i vermicelli e servire con qualche foglia di basilico fresco.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

rosso scervino per nicole

L’attrice Nicole Kidman è apparsa più sfolgorante che mai all’Omega Iconic Ladies event che si è tenuto proprio ieri, martedì 23 ottobre, a Shanghai.
Per l’occasione Nicole ha scelto di indossare un abito lungo in organza rossa creato da Ermanno Scervino.
A rendere l’abito particolarmente scenografico, una serie di maxi rouches asimmetriche, sviluppate sulla scollatura e per l’intera lunghezza dello spacco, modellate a formare una grande rosa in vita.

Pubblicato in Easy Style | Lascia un commento