budino di tapioca e latte di cocco

Troppo buono per lasciarselo sfuggire, e troppo facile da realizzare per decidere di rinunciarvi.
Ingredienti per 4 porzioni: 50 g di tapioca in granuli, 50 g di zucchero, 250 ml di acqua e 250 ml di latte, 1 pizzico di sale, 200 ml (mezza lattina) di latte di cocco per dolci.
In una ciotola mettere la tapioca a bagno con l’acqua e il latte. Aggiungere il sale e lo zucchero, mescolare bene e cuocere nel microonde per 4 minuti. Lasciare alla tapioca tutto il tempo necessario perché si gonfi (due o tre ore), quindi aggiungere il latte di cocco, rigirare e mettere a cuocere nel microonde per altri 3 o 4 minuti. A questo punto i granuli di tapioca dovrebbero risultare gonfi e morbidi. Rimescolare sciogliendo eventuali grumi e trasferire la crema in 4 ciotoline. Lasciare raffreddare e servire.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

riso nero al cocco

Il colore è quello del cioccolato fondente, ma non di cioccolato si tratta, bensì di riso nero Venere cotto nel latte di cocco. Una golosità, un dessert che più semplice non si può, uno sfizio esotico.
Ingredienti per 2 porzioni: 100 g di riso Venere, 1 lattina di latte di cocco, 2 cucchiai di zucchero bianco, 2 cucchiai di zucchero granulato di canna, un pizzico di sale.
In un pentolino antiaderente versare il latte di cocco e aggiungere la stessa dose di acqua, più un pizzico di sale e due cucchiai di zucchero bianco. Mettere sul fuoco e appena inizia a bollire aggiungere a pioggia il riso nero. Cuocere per 40 minuti, quindi spegnere il gas e attendere che la crema si intiepidisca. Dividere in coppette aggiungendo in superficie lo zucchero di canna. Servire tiepido o freddo.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

panfocaccia

Può fare comodo farselo ogni tanto, quando si ha una giornata casalinga a disposizione, utile per star dietro ai tre tempi di lievitazione. Ottimo da intingere in tè o caffé per la prima colazione, con o senza miele o marmellata, squisito anche col salato e interessante alternativa al pane a pranzo. Eventuali esuberi si conservano bene nel freezer, pronti per qualsiasi evenienza.
Ingredienti: 400 g di farina bianca più q.b. per completare l’impasto, 6 g di lievito di birra, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaino di sale fino, 2 bicchieri di acqua tiepida, olio d’oliva.
Sciogliere il lievito, lo zucchero e il sale in un bicchiere di acqua tiepida e versare il tutto sulla farina disposta a fontana in una zuppiera. Aggiungere anche l’altro bicchiere d’acqua più un giro d’olio d’oliva e lavorare la pasta con una forchetta per renderla liscia e omogenea. Lasciarla nella zuppiera ricoperta con un foglio di pellicola e darle il tempo di lievitare: minimo 2 ore, massimo 4.
Riprendere la pasta e, aggiungendo farina quanto basta, lavorarla con le mani finché non si attacca più alle dita. Formare una palla e lasciarla lievitare ancora per 2 o 3 ore.
Riprendere nuovamente la pasta e lavorarla energicamente sulla spianatoia o su un tagliere come si fa per il pane. Quindi dividerla in tanti pezzi quante sono le teglie (ne vengono anche quattro) e dopo una breve lavorazione distribuire i pezzi nelle teglie ben oliate allargandoli con le dita in modo da ricoprire uniformemente il fondo. Condire con un altro giro d’olio e un po’ di sale e attendere ancora un’oretta prima di infornare. Cuocere i panfocaccia uno ad uno nel forno riscaldato a 200 gradi. Tempo 15 minuti massimo e saranno pronti.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

singapore tra passato e futuro

In famiglia la passione per i viaggi è certamente virale, ma lo è di più per mia nipote Erica che fin da ragazzina non ha ma saputo resistere al fascino dei long distance travel, e che non si accontenta di visitare un Paese ma vuole proprio abitarci. Almeno per un po’, cioè  qualche annetto.
Adesso ha messo radici in un’isoletta vicino a Bali, cosa che non le ha impedito di fare un “salto” all’isola di Creta per un trekking e, dopo un saluto a Trieste, la sua città, concedersi una sosta a Singapore durante il volo di ritorno verso casa.
La città-stato di Singapore è certamente l’Oriente che non ti aspetti. Ordinatissima, pulitissima, avanzatissima e soprattutto in continuo divenire.
Se non ci si accontenta del fascino avveniristico del suo skyline, con grattacieli che fanno a gara a chi sale di più, voilà la città coloniale con i suoi antichi palazzi curati e levigati come gioielli.
Ma chi preferisce un tuffo nella natura, anche in città trova di tutto e di più nel celebre Orto Botanico, patrimonio dell’Unesco, facilmente raggiungibile con la metropolitana. Al suo interno il giardino delle orchidee regala una vera e propria ubriacatura di colori e di forme mai viste.

(Foto Erica Stanta)

Pubblicato in Easy Travel | Lascia un commento

calamari farciti e belga al forno

Vanno benissimo anche i calamari surgelati che offrono il vantaggio di essere già puliti e dunque pronti per essere farciti. Il ripieno è quello classico, che può piacere anche ai bambini.
Ingredienti per 3/4 porzioni: 12 calamari puliti e surgelati, 1 uovo, 100 g di pangrattato, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, poco latte se serve, 1 ciuffo o 2 d’insalata belga, sale, pepe, origano, olio d’oliva.
Sbattere un pochino l’uovo con la forchetta, aggiungere il prezzemolo tritato fine e l’aglio a pezzetti, infine il pangrattato. Mescolare bene e ammorbidire con un goccio d’olio e, se serve, un cucchiaio o due di latte tenendo presente che l’impasto deve risultare piuttosto asciutto. Insaporire con poco sale e pepe e con un cucchiaino da caffé farcire una ad una le sacche dei calamari. Richiudere ogni sacca con la testa e i tentacoli del mollusco e disporla su una teglia leggermente oliata. Infine tagliare la belga per il lungo in 4 o 5 parti e disporle intorno ai calamari. Condire con poco sale, olio e una cucchiaiata di origano. Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per una ventina di minuti e completare la cottura con 5 minuti di grill. Servire come antipasto o come secondo piatto.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking, Easy Dieting | Lascia un commento

zuppa di quinoa

Una zuppa calda per una giornata quasi fredda. Leggera, senza glutine, ideale anche per stomaci delicati o per chi è a dieta.
Ingredienti per 2 porzioni: 40 g di quinoa, 2 carote, 2 gambi di sedano, 1 cipolla bianca, 2 cucchiaiate di ceci senza pelle, sale, olio d’oliva, un goccio di salsa Teriaki (facoltativo).
In un  pentolino riempito con due scodelle d’acqua mettere a cuocere le verdure, carote sedano e cipolla, pulite e tagliate a pezzi non troppo piccoli. Salare e quando l’acqua bolle aggiungere anche la quinoa. Cuocere per 15 minuti e lasciare riposare per qualche minuto affinché la quinoa si gonfi assorbendo parte del brodo. Prima di servire aggiungere i ceci, cotti a parte o in scatola, avendo l’accortezza di “sbucciarli” aiutandosi con un tovagliolo inumidito. Condire con un goccio d’olio, pepe e salsa Teriaki a piacere.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking, Easy Dieting | Lascia un commento

fiori alla moda

TRIONFANO LE RUCHES! 

Fioritura primaverile dalla terrazza giardino dei garden designer Manuele Protti e Licia Gaia Sortino.

TRAME VERDI
Progettazione e realizzazione del verde e degli arredi di terrazze e giardini.
Milano, Via Teodosio 8
tel.3336730168

 

Pubblicato in Easy Life | Lascia un commento

crema di riso e cocco fresco

Dato che la tapioca in granuli non è cosi facile da trovare anche nei supermercati più forniti, ecco una variante altrettanto golosa al “cous cous di cocco” sostituendo la tapioca con il normale riso per risotti. In  questo caso serve un po’ di addensante come la fecola di patate o l’amido di mais per ottenere un consistente effetto cremoso.
Ingredienti: 100 g di cocco fresco, 50 g di riso per risotti, 50 g di zucchero, un pizzico di sale, mezzo litro di latte, mezza lattina di latte di cocco, 1 cucchiaio di amido di mais o di fecola di patate.
Pulire il cocco e passare la polpa nel tritatutto. Mettere a bollire il latte con lo zucchero e il sale. Quando bolle versarvi il riso e cuocere per 15 minuti. Aggiungere il cocco grattugiato e il latte di cocco in cui si sarà sciolto l’addensante (amido di mais o fecola di patate), mescolare bene e cuocere per altri 5 minuti. Versare il tutto in una ciotola bassa e ampia e lasciare raffreddare bene prima di trasferire la ciotola nel frigorifero per due o tre ore. Servire la crema molto fredda accompagnandola con una cialda o un biscottino.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

boutique scervino a montecarlo

Milano, 27 aprile 2018.
Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Ermanno Scervino ha il piacere di annunciare l’apertura della nuova boutique a Montecarlo, all’interno del prestigioso Métropole Shopping Center di Avenue des Spélugues.
Il punto vendita, caratterizzato da quattro ampie vetrine, si estende su una superficie di oltre 120 metri quadri e ospita le collezioni prêt-à-porter e accessori donna e lingerie.
L’interior design della boutique, appositamente studiato seguendo il concept caratteristico della Maison, crea un ambiente ricercato ed elegante. La pavimentazione accosta marmo bianco e moquette, mentre le pareti sono impreziosite da rivestimenti interni in vetro fumé, a specchio e stucco grigio, e da un rivestimento esterno in marmo nero del Belgio
Il brand Ermanno Scervino nasce nel 2000 a Firenze, ponendosi nella fascia di mercato più alta, con un prodotto prêt-à-porter di lusso che coniuga un know how handmade all’eccellenza dello stile Made in Italy.

Pubblicato in Easy Style | Lascia un commento

cous cous di cocco

Il caldo quasi estivo fa venire voglia di cibi freschi, magari anche un po’ esotici come questo cous cous di cocco rimbalzato dall’Africa al Brasile e ora “scoperto” anche in Europa. Personalmente lo trovo delizioso, ma premetto che mi piace molto il cocco.
Ingredienti per 8 porzioni: 125 g di cocco fresco, 250 g di tapioca in granuli, 100 g di zucchero, mezza lattina di latte di cocco per dolci, mezzo litro di latte, un pizzico di sale.

Mescolare la tapioca con lo zucchero, il sale e il latte di cocco. Con un cacciavite o un punteruolo praticare due fori nella parte molle della noce di cocco e svuotarne il liquido in un bicchiere (lo si può bere o usare per conservarvi gli eventuali pezzi di cocco avanzati). Aprire il guscio della noce servendosi all’occorrenza di un martello, ed estrarne la polpa. Tagliare la polpa a pezzetti e passarla nel tritatutto, quindi unirla alla tapioca. Mischiare bene e in un pentolino a parte scaldare il latte, quando è sul punto di bollire versarlo sugli altri ingredienti. Lasciare che il composto intiepidisca e inizi ad addensarsi, quindi travasarlo   in un vassoio da portata e metterlo a raffreddare nel frigorifero per almeno tre ore prims di servire.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento