spezzatino

Cugino del gulasch ungherese, è un classico della serie “carne in umido”. Ideale anche come piatto unico per tavolate numerose, da accompagnare con polenta gialla, cous cous o fette di pane integrale tostato.

La ricetta. Direttamente in pentola a pressione soffriggere a fuoco vivace in poco olio d’oliva circa mezzo kg di polpa scelta tagliata a cubotti. Quando la carne è ben rosolata bagnarla con abbondante vino bianco. Intanto tritare grossolanamente una cipolla, due piccole carote o una grande, qualche costa di sedano comprese le foglie, due spicchi d’aglio e unire il tutto al soffritto. Lasciare cuocere ancora per un po’, quindi aggiungere una scatola di pelati  (o di pomodori frescho ben maturi) e un barattolo e mezzo d’acqua. Salare, pepare, aggiungere un pezzetto di dado e un cucchiaino di misto spezie per cous cous (nei negozi specializzati). Chiudere il coperchio e cuocere per mezz’ora dal fischio. A cottura ultimata unire due grosse patate tagliate a pezzi, richiudere e cuocere per altri  cinque minuti dal fischio.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Info su Rosanna Prezioso

Rosanna Prezioso, giornalista professionista esperta in bellezza, moda e benessere, già beauty chief editor a Cento Cose e a Vogue Italia, ha collaborato con Amica, Gioia, Anna, Bella, Pratica, Io Donna, Marie Claire, Cosmopolitan e Panorama First. Tra i suoi interessi la cucina, l’arte, il disegno e la poesia. Libri pubblicati: “Cose di casa”, “Non solo amore”. Tessera dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti N. 052397.
Questa voce è stata pubblicata in Easy Cooking. Contrassegna il permalink.

2 risposte a spezzatino

  1. Pingback: gulasch suppe | CITY COOL CITY MOOD

  2. Pingback: tortino di patate e cipolla | CITY COOL CITY MOOD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*