salmone e patate viola

Cambia  il colore, e cambia anche il sapore. Non è solo per accontentare l’occhio, infatti, che si scelgono alimenti dai colori insoliti, come il riso nero o rosso o, appunto, le patate viola. In genere ai colori più scuri corrisponde un sapore più intenso. Tant’è che il riso nero, per fare un esempio, una volta lessato non ha quasi bisogno di condimento.
Ingredienti per 2 persone: 2 tranci di salmone, 6 patate viola medie, erbe mediterranee più aglio, rosmarino, origano, sale, pepe, olio d’oliva, limone, aceto balsamico, salsa teriaki.
Marinare per qualche ora i tranci di salmone nelle erbe aromatiche aggiungendo qualche goccia di aceto balsamico, un sorso di salsa teriaki e il succo di mezzo limone.
Nel frattempo preparare le patate. Lavarle, tagliarle a pezzi grossi senza sbucciarle e disporle in una teglia da forno insieme con rosmarino, sale, pepe e un filo d’olio. Cuocere in forno a 180 gradi per 30 minuti, trascorsi i quali aggiungere nella stessa teglia i tranci di salmone con tutte le loro erbe, qualche spicchio d’aglio e dell’altro rosmarino. Rimettere la teglia nel forno e continuare la cottura per altri 20-25 minuti. Servire con qualche fogliolina di prezzemolo fresco.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

focaccia con datterini, olive e capperi

Nulla di nuovo per quanto riguarda la pasta. Quello che cambia è la farcitura che, grazie ai datterini, pomodori mignon dal sapore dolce e gustoso, molto simile a quello dei buoni pomodori di una volta, rende questa focaccia fatta in casa molto vicina alla pizza alta toscana. Nella scelta dei datterini preferire quelli siciliani di Scicli rispetto a quelli di produzione cinese.
Ingredienti: 400 g di farina, 6 g di lievito di birra, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaio di zucchero, 1 bicchiere di latte, una ventina di datterini, 20 olive verdi grandi, una cucchiaiata di capperi sott’aceto, origano, olio d’oliva.
In un bicchiere d’acqua tiepida sciogliere il lievito, il sale e lo zucchero prima di versarli nella farina disposta a fontana in una ciotola. Lavorare con una forchetta e aggiungere anche il latte più un giro di olio d’oliva. Continuare a lavorare la pasta piuttosto energicamente finché non risulta perfettamente liscia e omogenea. Formare una palla e lasciarla lievitare per un paio d’ore nella ciotola coperta con della pellicola.
Quindi trasferire la pasta nella teglia di cottura unta con abbondante olio d’oliva e con le dita intinte nell’olio lavorarla ancora energicamente per una decina di minuti. Sempre con le dita allargare la pasta in modo che ricopra tutto il fondo della teglia e lasciarla lievitare  ancora per almeno mezz’ora.
Prima di infornare la focaccia passare alla farcitura distribuendo su tutta la superficie della pasta i datterini, le olive, i capperi e una spolverata di origano più, se serve, un altro breve giro d’olio. Infornare a 200 gradi per circa 10 minuti.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

british breakfast

Prima colazione in stile britishSì, ma con un tocco mediterraneo come la focaccia con noci e olive verdi. Da completare con un cucchiaino di marmellata di arance amare, un uovo à la coque e té nero (o caffé americano) rigorosamente senza zucchero.
Ingredienti per la focaccia: 400 g di farina, 6 g di lievito di birra, 1 cucchiaino di sale fino, 1 cucchiaio di zucchero, 1 bicchiere d’acqua e 1 di latte, olio d’oliva q.b., 9 olive verdi, 15 mezzi gherigli di noce.
Versare in una ciotola capiente la farina, al centro versarvi un bicchiere d’acqua tiepida in cui si saranno sciolti il lievito, lo zucchero e il sale. Aggiungere ancora un bicchiere di latte, più un giro d’olio d’oliva, e lavorare energicamente con una forchetta fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Lavorare ancora per qualche minuto, quindi ricoprire la ciotola con una pellicola e lasciare in attesa per almeno un’ora.
Riprendere la pasta e trasferirla in un’ampia teglia rettangolare abbondantemente unta d’olio. Con le dita prima intinte nell’olio per evitare che la pasta vi si attacchi, lavorare la pasta per almeno un decina di minuti smuovendola e sbattendola. Aggiungere ancora un sorso d’olio e distribuire bene la pasta su tutto il fondo della teglia. Decorare simmetricamente con le olive verdi e i gherigli di noce e lasciare lievitare per un’altra mezz’ora. Cuocere in forno a 200 gradi per non più di 10 minuti.
(Per la marmellata di arance amare cerca la ricetta in questo blog).

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

crema di ricotta alla nocciola

La cena c’è ma manca il dessert? Ecco come rimediare in modo più originale del solito gelato acquistato nella gelateria sotto casa.
Ingredienti per 4 persone: 350 g di ricotta vaccina, 2 cucchiai rasi di cacao amaro, 4 cucchiai rasi di zucchero, 2 cucchiai di sciroppo alla nocciola, 8 biscottini Ringo.
Mettere tutti gli ingredienti, meno i Ringo, nel tritatutto e azionare fino a ottenere una crema liscissima e perfettamente amalgamata. Distribuirla in 4 coppette da gelato, spolverizzare con un pizzico di cacao amaro e servire insieme a due biscottini Ringo a testa. Se c’è il tempo sufficiente per raffreddare la crema nel frigorifero, sarà facile scambiarla per un buon gelato alla nocciola.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

in mostra gli anni 70

C’è chi li ha amati e chi li ha detestati e tuttora li detesta. Stiamo parlando degli anni settanta, quel decennio che ha segnato una rivoluzione, se non politica come in molti auspicavano, per lo meno dei costumi.
Giovanna Dal Magro, fotografa professionista che proprio in quegli anni, reduce da studi e sperimentazioni nel campo della pittura, stava scoprendo le infinite possibilità di un altro mezzo espressivo, la macchina fotografica, quegli anni li ha vissiti e li ha ripresi. Non solo come spettatrice, ma partecipando emotivamente allo spirito nuovo che aleggiava ovunque, e soprattutto negli ambienti artistici e della musica.
Da lì una serie di ritratti a protagonisti come Marina Abramovic, John Cage, Andy Wharol, Gillo Dorfles, gli Inti Illimani, Dario Fo e molti altri, ripresi durante il loro fare nello studio o in luoghi pubblici, consapevoli o meno di essere ripresi.
La mostra “Milano anni 70 – Quando pensavamo di cambiare il mondo”, così come è allestita offre la cifra di un film, uno story board da visionare come in moviola, di un periodo storico rilevante per le inquietudini che lo hanno attraversato e le conseguenze che ne sono derivate nella cultura collettiva e nella società.
In mostra una sequenza di immagini, documenti originali, stampe quindi “d’epoca” che sono al tempo stesso documento e opere autonome, come è ormai diritto acquisito dell’arte fotografica.

Nelle foto, dall’alto, Giovanna Dal Magro mentre riprende nello studio Francisco Copello, Philip Glass Ensemble, gli Inti Illimani, scultura di Alberto Prina.

Giovanna Dal Magro
“Milano anni 70 – Quando pensavamo di cambiare il mondo”
Testi di Alberto Maria Prina
Galleria Il Milione, via Maroncelli 7, Milano
Dal 10 maggio all’8 giugno 2018
Orari: lunedì-venerdì 10.30-13.30; 15.30-19.30

Pubblicato in Easy Life | Lascia un commento

ikea quick muffins

La filosofia del “fatelo da soli” all’Ikea non si ferma agli arredi, ma sconfina nel campo dell’alimentazione e soprattutto della pasticceria.
Vi sono piaciuti i loro muffins? Se volete li potete rifare a casa vostra in quattro e quattr’otto usando la miscela, già pronta, contenuta in un cartone da 500 grammi  al prezzo di 3,99 euro, sapientemente illustrato con golose immagini di muffins perfetti e iperdecorati.
Quelli che farete a casa non saranno proprio così (al decoro ci dovete pensare voi) ma consistenza e sapore saranno più che accettabili, incluse le goccine di cioccolato fondente “miracolosamente” distribuite nella pasta soffice e delicatamente zuccherata.
Ingredienti per 10-15 muffins: una confezione da 500 g di Muffinsmix Choklad Ikea, 10 o 15 pirottini per muffins di carta o stagnola, 250 g di acqua tiepida, 4 cucchiai di zucchero in polvere, un sorso di limoncello diluito in poca acqua sostituibile con succo fresco di limone.
Scuotere energicamente il cartone per fare in modo che la miscela di farina, cacao, zucchero e altri ingredienti si stacchi bene dal cartone, aprire il cartone e versarvi dentro l’acqua intiepidita, richiudere con le mani il cartone e scuoterlo molto energicamente per fare in modo che la miscela si diluisca nell’acqua diventando una crema mediamente densa; e se questa operazione, la più difficile, non riuscisse al cento per cento, si può sempre ricorrere a un utensile per rigirare il preparato e ottenere una crema omogenea.
A questo punto travasare la crema nei pirottini riempiendoli solo a metà e, dopo averli posati su una teglia, metterli nel forno preriscaldato a 180-200 gradi e lasciarli cuocere per 15 minuti.
Quando saranno quasi freddi, preparare una glassa mischiando energicamente lo succhero a velo con il limoncello allungato con acqua o con del succo fresco di limone, e spennellarli in superficie. Va da sé che chi ha dimestichezza con questo genere di decorazioni si può sbizzarrire con effetti più scenografici come glasse colorate, confettini, granella di nocciole e così via.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

medaglia alla carriera

Ed ecco che mi hanno dato la medaglia per i miei 50 anni di scribacchina…sì, insomma, di giornalista professionista iscritta all’Ordine dei giornalisti. La cerimonia si è tenuta questa mattina all’Istituto dei ciechi di Milano, in via Vivaio 7. Bella location e accurato buffet finale, con brindisi e foto di gruppo, per festeggiare l’evento. Seguirà articolo su un numero speciale di “New Tabloid”, il giornale dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, con foto e interviste di tutti i premiati di quest’anno. La cerimonia è infatti un evento che si ripete di anno in anno e premia sia i giornalisti professionisti sia i pubblicisti. (r.p.)

(La mia foto è di un anno e mezzo fa. Era settembre, ero ancora abbronzata, per fortuna).

Pubblicato in Easy Life | Lascia un commento

“i giochi dell’effimero”

Si inaugura giovedi 12 aprile 2018, alle ore 17.30, la mostra “I giochi dell’effimero”, arte preziosa della del Monaco.
Si tratta di 17 lavori presentati per la prima volta a Torino, presso l’Associazione Culturale Galfer20. La del Monaco è una pittrice nata in Francia da genitori italiani, vissuta in entrambi i paesi, ed ora residente a Cannes.
Influenze diverse informano le sue opere, declinate con sapienza grazie ad una tecnica mista su cartone.
La formazione d’architetto e il diploma conseguito all’Accademia di Belle Arti traspaiono nei raffinati dettagli architettonici, protagonisti quasi assoluti di composizioni misteriose e intriganti.

 

(del Monaco “I giochi dell’effimero”, 12 – 24 aprile 2018, Associazione Culturale Galfer20, Corso Galileo Ferraris 20, 10121 Torino; tel.011 5537207-8. Catalogo a cura di Elisabetta Silvello e Claudia Sugliano).

Pubblicato in Easy Life | Lascia un commento

asparagi a colazione

Niente fa primavera come un bel piatto di asparagi! Con uova, burro e parmigiano naturalmente.
Ingredienti per persona: 6 asparagi medi, 1 uovo, un pezzetto di burro, qualche petalo di parmigiano, sale e pepe.
Pulire e sciacquare gli asparagi eliminando eventuali tracce di terra, con una forbice tagliare la parte bianca più dura vicino alla radice, quindi disporli in piedi nell’apposita pentola oppure distesi in un tegame molto largo dove ci stiano comodi senza il rischio di rompere le punte, la parte più buona e più tenera. Coprirli con acqua fredda appena salata e cuocerli a fiamma dolce per 5-6 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Raccoglierli con una paletta e disporli ben allineati su un tovagliolo di cotone. Richiudervi sopra i lembi del tovagliolo in modo che si mantengano ben caldi mentre si preparano le uova al burro. In un padellino antiaderente far sciogliere poco burro e/o olio d’oliva se si preferisce, disporvi le uova facendo attenzione a non rompere i tuorli, condire con poco sale e pepe e, quando sono pronte, distribuire un uovo intero sopra ogni piatto dove saranno stati sistemati gli asparagi, preconditi con scaglie di parmigiano. La tradizione vuole che si intingano le punte degli asparagi nel rosso d’uovo.

(Dal Diario di ricette “Four Seasons” di Rosanna Prezioso)

Pubblicato in Easy Cooking | Lascia un commento

hair, questione di styling

Betty, la mia hair stylist preferita. Nessuna come lei sa regalarmi quel liscio che dura…oltre a un taglio a caschetto, sempre attuale e mai banale, che riesce a mettermi di buonumore anche nelle giornate più grigiomilanesi.
(Da Luciano Colombo, corso Magenta 66, Milano; tel.02 4818591).

Pubblicato in Easy Beauty | Lascia un commento